Riflessioni post viaggio

In viaggio si è spensierati, spesso allegri, rilassati e col sorriso stampato in faccia.

Gli imprevisti e gli intoppi, i litigi e le incomprensioni vengono accolti con maggior empatia!

Baci, abbracci, coccole, mano nelle mano ce ne sono a profusione e non solo per i più piccoli.

Il tempo è lento, ma lento di quella lentezza non forzata o imposta, che con fatica si ricerca costantemente, è una lentezza che vien da sé, tutta da assaporare e godere nel qui ed ora!

Il cuore è gonfio di meraviglia, gli occhi girano come una trottola alla ricerca di bellezza da agguantare.

Si conosce il mondo

Ci si fa nuovi amici

Si instaurano relazioni più profonde

Si imparano cose, le più svariate

Si fa esperienza diretta intrisa di belle emozioni!

Si apprende, si memorizza in modo spontaneo, gioioso e senza stress!

…Ma allora perché non si può stare in viaggio tutto l’anno?

Non dico in viaggio per davvero come quando sei in giro per il mondo (che poi io lo farei pure tutto l’anno eh, sia chiaro!)

Perché non si può avere quella propensione lì di essere in viaggio tutto l’anno con mente, cuore e corpo?

Bo, ancora non l’ho capito, ma io ci provo e ci proverò con tutta me stessa!!!

Goodbye travel on the Road!

 

****

Sul mio profilo instagram @maestra_martareinero puoi seguire tutto il nostro viaggio On the Road a zonzo per il centro Italia!!

E in questo post qui puoi leggere come ci organizziamo per i nostri tour con la nostra roulotte (se ti interessa saperne di più sulla roulotte leggi qui!)


Ti è piaciuto questo post? Lascia il tuo indirizzo per ricevere i prossimi via mail!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *