Il bambino al centro del processo di apprendimento: si può?

Alla base di una buona lezione dev’esserci l’idea che le bambine ed i bambini imparino divertendosi!

Come suggeriscono le neuroscienze, i contenuti didattici e le competenze previste dalle Indicazioni Ministeriali per il Curriculum devono essere veicolate mediante proposte didattiche divertenti e giocose, che abbraccino:

  • il movimento,
  • la creatività
  • il saper fare.

Quando si progetta una lezione è importante immaginare che gli studenti saranno i protagonisti principali: soggetti attivi nel loro personale ed unico processo di apprendimento, dovranno avere l’occasione di parlare, fare e realizzare con le proprie mani, ampliando il loro bagaglio di conoscenze e di competenze didattiche e di acquisire nuovi strumenti utili al loro autoapprendimento!

La relazione che nasce tra bambino-educatore e tra i bambini deve sempre essere posta al centro della proposta didattica, mediante uno scambio di sorrisi, emozioni e sensazioni, opinioni e parerei personali, perchè non vi è apprendimento autentico senza relazione, ascolto e accoglienza!

 

Frutta e verdura di Settembre – materiali acquistabili

“Frutta e Verdura di Settembre” è un materiale didattico, realizzato da me e dal mio papà con tanta passione e amore!

E’ acquistabile al prezzo di 10,00€.

Se sei interessato all’acquisto di questo materiale didattico utilizzabile con i tuoi bambini, a casa e a scuola, puoi contattarmi qui: marta.reinero@gmail.com.

Una volta effettuato il pagamento, riceverai il PDF, che potrai scaricare, stampare ed iniziare ad utilizzare sfoderando tutta la tua creatività!!!!

Per i dettagli e le informazioni pratiche sull’utilizzo delle nomenclature ad ispirazione montessoriana, leggi qui sotto il contenuto del post! Al termine del post, inoltre, ho messo a disposizione anche i miei materiali didattici in PDF scaricabili gratuitamente!!!

 

Continua la lettura →

Il Circle Time: una valida pratica quotidiana

Chiudete gli occhi e provate ad immaginare…

E’ mattina, un gruppo di bambini sorridenti e un po’ assonnati entra in classe tra saluti, risate e confidenze.

Posa giacca e zainetto e va a sedersi per terra, a gambe incrociate.

Ad aspettarlo c’è il maestro, anch’esso seduto a terra a formare un cerchio insieme a tutti i bambini e le bambine che pian pianino stanno arrivando.

Attorno a loro c’è una bella luce mattutina, ci sono delle piante e il pavimento è caldo e morbido.

C’è un’atmosfera accogliente e festosa attorno a loro.

Il maestro è sorridente e silenzioso, osserva con gioia e affetto i suoi studenti, li guarda negli occhi e ascolta.

Tutti si osservano, si guardano negli occhi e si ascoltano.

Quando tutti sono arrivati ci si saluta con un canto e sempre rimanendo seduti in cerchio, bimbi e maestro raccontano qualcosa di sè, del nonno o della mamma, di cosa ha combinato il gatto o del nuovo gioco ricevuto, di cosa hanno fatto ieri, di chi vedranno nel pomeriggio e, soprattutto, raccontano di come si sentono, come stanno, di cosa li fa felici e di cosa hanno paura oggi, così con spontaneità e senza veli…

Continua la lettura →

Materiali didattici immancabili per iniziare bene l’anno scolastico

Sta per iniziare un altro anno scolastico o homescolastico fermento, felicità, entusiasmo ed anche un po’ di paura e di ansia fanno parte delle sensazioni di bambini e maestri!!

Come educatori è bene essere organizzati e saper scegliere quali sono gli strumenti didattici utili e necessari per non soccombere alla miriade di proposte che si trovano on-line e non farsi assorbire dalla confusione e dallo stress.

Pensando ai bambini in età compresa tra i 6 e i 14 anni, per intenderci i bimbi in età di scuola primaria e scuola secondaria di primo grado, ho stilato un elenco di materiali che secondo la mia esperienza non possono proprio mancare come supporto e arricchimento alla vostra didattica, a scuola e a casa! 

 

Continua la lettura →

La libertà e la responsabilità di educare – Incontro di Formazione

Educare è un atto di responsabilità, è una missione, una vocazione.

Educare è utopia!

 

L’utopia è là nell’orizzonte.

Mi avvicino di due passi e lei si distanzia di due passi.

Cammino 10 passi e l’orizzonte corre 10 passi.

Per tanto che cammini non la raggiungerò mai. 

A che serve l’utopia?

Serve per questo: perché io non smetta mai di camminare.

Eduardo Galeano

 

Continua la lettura →

Narrare, raccontarsi

Narrare, raccontarsi..
Spiegare agli altri come ci si sente, cosa si prova, quali idee geniali, dubbi passeggeri, paure profonde, gioie incommensurabili passano attraverso la tua mente e attraverso il tuo cuore
Parlare a cuore aperto di té stesso con le persone, in modo sincero e autentico, senza il timore di essere giudicati, senza la paura di non andare bene, dando voce alla Verità e alla meravigliosa essenza che pulsa dentro ognuno di noi!

Continua la lettura →

La pietra della Gratitudine

Gratitudine è dare valore a tutto ciò che viene a noi: una gioia, la salute, una nuova difficoltà, una sfida, una sofferenza, la famiglia, l’Amore, il lavoro, l’amicizia, il cibo, una farfalla bianca, un airone nel cielo, perché oggi piove, perché oggi non è piovuto, perché oggi fa caldo, perché oggi fa freddo…
Quando si offre un grazie autentico per un dono ricevuto, colui che lo accoglierà sarà felice di donare ancora.
Al contrario, se si spende la vita a lamentarsi di tutto, a polemizzare, a vedere “il bicchiere mezzo vuoto” nessuno sentirà il desiderio di donare nulla …
Così funziona anche l’universo, dona a chi è grato!!

Continua la lettura →