Lotteria di Natale + Gioco dell’Oca Natalizio – giochi handmade

Terza settimana di Avvento
Giorno 21

Che bello sarebbe se durante la sera della Vigilia o al pranzo di Natale tutti i partecipanti alla festa, grandi e piccini, potessero condividere un momento di gioco, magari creato da loro stessi, insieme!

Giocare è fondamentale per la vita di un essere umano, anche adulto!
Lo dicono pure le neuroscienze:

  • Giocare dona piacere, che genera felicità.
  • Giocare permette di mettersi in discussione e superare i propri limiti.
  • Nel gioco vengono attivati contemporaneamente: ragionamento, emozioni, concentrazione, prendere decisioni, attivazione dei sensi, movimento.
  • In 4′ di movimento viene prodotto dal nostro sistema endocrino un ormone fondamentale per l’apprendimento: l’irisina, che migliora:
    La capacità di attenzione
    La capacità di concentrazione
    La capacità di focalizzazione.

Niente male eh, per essere “solo un gioco”?!!

Siete ancora in tempo per realizzare un gioco da presentare ai vostri amici e parenti durante le vostre feste!
Qualcosa di semplice, che non sia troppo impegnativo e faticoso da organizzare, che vi permetta di trascorrere qualche minuto di divertimento e gioia condivisi!

Noi ci siamo incontrati a casa nostra con alcune zie e cugini ed insieme ai nostri bambini abbiamo pensato a due giochi! Non abbiamo occasione di vederci molto spesso e questi sono stati momenti speciali ed importanti, di scambi di idee, di condivisione, di sorrisi, di confidenze e di risate, di cose buone da mangiare, di portare avanti un obiettivo comune, insieme, rispettando ed accogliendo le proposte ed i bisogni di ciascuno.

Ecco i nostri giochi!!

 

Gioco 1: “La lotteria dei Rabadan” (o “Ciapapuer” che in piemontese significa cianfrusaglie, cose inutili)

Ogni partecipante alla festa porterà un oggetto in buono stato che ha in casa, ma che ritiene inutile, ben confezionato e lo metterà in palio come premio alla Lotteria dei Rabadan (in famiglia noi siamo 2 adulti e 3 bambini e porteremo 2 doni per adulti scelti da mamma e papà e 3 doni per bambini scelti dai nostri bimbi).
In cartoleria abbiamo acquistato due serie di numeri di colori diversi: una serie verrà associata ai premi della Lotteria dei Rabadan Senior e l’altra serie ai premi della Lotteria dei Rabadan Junior.
Ogni famiglia metterà anche in palio una piccola cifra in denaro (tra i 50 cent e i 2,00€) che verrà raccolta e corrisponderà al primo premio.
Abbiamo deciso che chi vincerà il primo premio lo donerà in beneficenza!

 

Gioco 2: “Il Gioco dell’Oca Natalizio”

I partecipanti al gioco saranno i nuclei familiari (tra di noi siamo tutti parenti: bisnonna, nonni, figli, nipoti)
Su di un grande cartellone verde (m 1×70) abbiamo disegnato un percorso simile a quello del gioco dell’oca, per un totale di 23 caselle.
Si tira il dado e la famiglia giocatrice muoverà di “x” caselle la propria pedina.
Oltre alle classiche caselle come “vai avanti di due” oppure “torna indietro di una”, abbiamo realizzato alcune caselle speciali:
– 3 caselle con icona “macchina fotografica” corrisponde ad una fotografia, la carta-prova è “Mi ricordo quel Natale”: osservando la fotografia i partecipanti devono ricordare il maggior numero di dettagli di quel Natale (persone immortalate, anno nella quale è stata scattata, luogo della festa…). Ad ogni famiglia partecipante alla festa è stato richiesto di cercare nei vecchi album fotografici due/tre foto che immortalano la nostra festa di Natale dagli anni ’90 ad oggi.
– 3 caselle con icona “microfono”: ogni partecipante dovrà indossare un cappellino di Babbo Natale e, accompagnato dal suono di qualche strumento (in ogni famiglia c’è almeno un musicista!) canterà a squarciagola “Jingle Bells” o altre canzoni tradizionali!
– 3 caselle con icona ” punto interrogativo” corrisponde ad una carta-prova a quiz: abbiamo realizzato una ventina circa di domande sul Natale, alcune molto semplici e adatte ai più piccoli, altre più difficili e bizzarre!
Lo scopo del gioco è quello di … giocare! Il gioco finisce quando la prima famiglia è arrivata alla casella “fine” oppure quando tutte raggiungono la casella “fine” o ancora quando non si ha più voglia di giocare!
Abbiamo costruito un dado di carta, scaricato da Google.
Come pedina per ogni squadra abbiamo intenzione di realizzare una pigna colorata con occhi e piume, che abbia come supporto un tappo in plastica riciclato (“abbiamo intenzione” e non è detto che riusciremo! In tal caso un bottone di colore diverso andrà benissimo!).
Il cartellone può essere conservato ed utilizzato per il prossimo anno!

I due giochi avranno durata breve, di circa mezz’ora scarsa, ciò per far sì che risultino divertenti e snelli e non annoino i partecipanti, che saranno soprattutto tanti bimbi sotto i 7 anni! I giochi saranno intervallati dalla cena condivisa e dallo scambio dei doni.

E voi organizzate dei giochi per le vostre feste natalizie?
Vi andrebbe di condividerle con noi?
Grazie e.. buoni ultimi preparativi!!!!

________________

 

La mia collaborazione con l’Associazione Custodi del Femminino continua: sono diventata una tra le moderatrice di due dei loro gruppi Facebook che tratta temi di educazione!

Se ti va puoi leggere i miei interventi alla Pagina Facebook che si chiama Educazione Liberata: Montessori, Steiner, didattica empatica e puoi mettere il like cliccando qui!

E se la pagina ti piace tanto, tanto, puoi anche iscriverti al Gruppo chiuso Facebook Educazione Liberata: Montessori, Steiner, didattica e crescita empatica, cliccando qui!

Nel Gruppo chiuso Facebook Leggimi Ancora! si parla invece di libri: albi illustrati e libri per l’infanzia, ma anche libri per gli adulti appassionati di pedagogia. Ci si scambia informazioni, opinioni, recensioni e titoli! Puoi iscriverti cliccando qui!


Ti è piaciuto questo post? Lascia il tuo indirizzo per ricevere i prossimi via mail!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *