L’Onda – Albo illustrato

Un meraviglioso albo illustrato che non può mancare nella vostra libreria estiva è: L’Onda, illustrato meravigliosamente da Susy Lee, ed. Corraini. Questo libro fa parte della Trilogia del limite della stessa autrice.

Il formato particolare ha il suo perchè. Le tavole delicate e coinvolgenti, che si snodano in entrambe le pagine, sembrano state appena appena disegnate con la tecnica degli acquerelli.

Questo silent book, libro senza parole, vi coinvolgerà grazie all’espressività con la quale viene ritratta la bambina protagonista ed alle immagini con le quali viene dipinto l’entusiasmo e il dialogo muto tra la bimba e il mare: prima si studiano, poi sembra che si provochino, poi prendono confidenza ed iniziano a giocare. Scorrendo le pagine si è pervasi dagli schizzi delle onde che sembrano quasi uscire letteralmente dalle pagine per rinfrescare il volto del lettore!

In questo albo illustrato la natura è la porta privilegiata che permette alla bambina di passare dalla realtà alla fantasia e di esprimere i propri pensieri e le proprie emozioni.

Susy Lee è un’illustratrice molto esperta, mediante le sue pennellate emergono tutta quella serie di emozioni anche diverse e contrastanti tra loro che un bambino piccolo (ma anche un adulto) può provare quasi contemporaneamente di fronte ad una medesima situazione: immensità, paura, timore, angoscia, entusiasmo, gioia, felicità. La sua bravura rende queste emozioni palpabili ed il lettore ne verrà contagiato!

L’estetica e la bellezza prendono forma ed i vostri bambini ne rimarranno affascinati!

Questo libro è molto adatto a chi è amante del mare, a chi vorrebbe ancora essere in vacanza, ma anche a quei bimbi che hanno paura del mare, così caotico e vasto, senza un confine. Sfogliando il libro e raccontandone la storia, i bimbi timorosi hanno la possibilità di identificarsi con la bimba protagonista del libro e di provare le sue stesse emozioni, hanno l’opportunità di narrare le caratteristiche rilevanti del mare, di esprimere le loro paure, parlare di ciò che non permette loro di entrare in contatto con l’acqua e forse permetterà loro di osservare il mare con occhi diversi, provando a fidarsi di lui!

EDIT: su consiglio di una mamma conosciuta su Instagram, propongo un’attività di supporto alla lettura di questo albo illustrato carico di sentimento e di emozioni: in seguito alla lettura sarebbe bello approfondire ciò che la storia ha suscitato nel bambino proponendo un’attività artistica, come ad esempio un dipinto con gli acquerelli, le tempere, i pastelli a cera o le matite colorate.

Dopo averci riflettuto un po’ su a me è venuto in mente che questo libro si presta bene per:

  • essere letto insieme a bimbi piccini piccini e provare a chiedere loro i riprodurre i rumori, i suoni, i versi di ciò che vedono;
  • essere raccontato e drammatizzato da un gruppo di bambini in età scolare, lasciando ampio spazio alla loro immaginazione, eventualmente lavorando sui diversi punti di vista dei singoli personaggi.
  • essere fatto circolare in un gruppo di adulti, di educatori, di insegnanti, un cerchio di mamme e di papà e chiedere a ciascuno di narrarne una pagina: è un buon modo per rafforzare il team building, per allenare la flessibilità, l’ascolto dei punti di vista altrui e la capacità di collaborazione.
  • essere regalato ad un nonno, ad una nonna o esser donato ad un gruppo di persone anziane ed ascoltare i ricordi che prendono vita e le emozioni che vengono suscitate.

Articoli correlati:

“Tutte le pance del mondo” – Albo illustrato

“Tre piccoli gufi” – Albo illustrato

Leggere secondo me

 


Ti è piaciuto questo post? Lascia il tuo indirizzo per ricevere i prossimi via mail!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *