Librandaio – Quarta Domenica di Avvento

Quarta settimana di Avvento

Librandaio 2019: ogni domenica i miei bambini riceveranno un segnalibro con una frase sulla bellezza e sulla potenza della lettura ed un albo illustrato a tema natalizio, per arricchire la nostra biblioteca natalizia ed invernale e fare tante “maratone di libri”!

Per questa ultima domenica di Avvento non è stato facile scegliere un solo libro, perché in letteratura per l’infanzia natalizia ce ne sono davvero di meravigliosi!
Pensando alla vitalità e all’innocenza dei (miei) bambini e a come aspettano da tempo con entusiasmo e gioia irrefrenabile questa magica notte facendo addirittura il conto alla rovescia delle ore, ho immaginato che Pippi Calzelunghe fosse il personaggio adatto a questo mood!

Allora… “Il Natale di Pippi Calzelunghe” di Astrid Lindgren edito in forma di albo da La Nuova Frontiera junior.

“Le feste sono alle porte, e come non essere felici se un cartello ci annuncia che ci sarà addirittura un “festa del dopo-Natale”? Il cartello è un po’ sgrammaticato, è vero, ma è inutile badare alle apparenze quando dietro le cose c’è quel geniaccio della mitica Pippi Calzelunghe.

Tommy e Annika non stanno nella pelle, e ottenuto il permesso dalla mamma di partecipare, si precipitano a Villa Villacolle. La casa è completamente buia. Pippi sta tramando qualcosa. Nella neve alta s’intravedono delle piccole caramelle rosse che bisogna seguire, fino alla vera sorpresa un gigantesco albero di Natale. Ecco il regalo di Pippi. Un unico grande dono da condividere con tutti anche con bambini che si sono aggiunti senza invito.

Perché in fondo in una festa l’importante non è soprattutto quello di stare insieme senza far sentire nessuno escluso? Fuori dal solito come tutti i libri di Pippi, che rendono unico e non scontato qualsiasi evento.”

Pippi è un libro di una libertà sfrenata, che racconta in modo accurato e veritiero, scanzonato e divertente – in tutti i libri dell’autrice – il mondo dell’infanzia, senza morale o insegnamenti celati, perché è nato dall’idea di una bambina vera.
Astrid Lindgren infatti scrisse le avventure di Pippi dopo averle raccontate ogni sera, per mesi, alla sua bimba malata e poi convalescente; fu proprio lei a inventare il nome magnifico e assurdo dell’eroina con le treccine rosse e le scarpe lunghe esattamente il doppio dei suoi piedi.

Vi auguro di leggere questo albo con i vostri bambini proprio oggi, alla Vigilia di Natale! Cercate di fermarvi un attimo in questa corsa sfrenata dell’ultima ora, sedetevi sul tappeto, davanti al camino o nel lettone, abbracciatevi, spegnete i cellulari, accendete quattro candele, chiudete fuori dalla porta tutto il resto e fatevi cullare dal vostro amore reciproco e dalle parole magnifiche che rotolano fuori dai libri!
Io ci proverò!
Con l’augurio che possiate conservare la freschezza e la tenerezza, il scintillio di gioia pura negli occhi caratteristico di ogni bambino

E non dimenticate di preparare insieme ai vostri bambini il kit di benvenuto per Babbo Natale e per le sue renne: biscotti, un mandarino, un bicchiere di latte, qualche carota… È un’idea forse banale, ma che rende elettrizzati i più piccoli, che di coltivare la loro immaginazione e fantasia ne hanno proprio bisogno!

Buona magia!

________________

 

La mia collaborazione con l’Associazione Custodi del Femminino continua: sono diventata una tra le moderatrice di due dei loro gruppi Facebook che tratta temi di educazione!

Se ti va puoi leggere i miei interventi alla Pagina Facebook che si chiama Educazione Liberata: Montessori, Steiner, didattica empatica e puoi mettere il like cliccando qui!

E se la pagina ti piace tanto, tanto, puoi anche iscriverti al Gruppo chiuso Facebook Educazione Liberata: Montessori, Steiner, didattica e crescita empatica, cliccando qui!

Nel Gruppo chiuso Facebook Leggimi Ancora! si parla invece di libri: albi illustrati e libri per l’infanzia, ma anche libri per gli adulti appassionati di pedagogia. Ci si scambia informazioni, opinioni, recensioni e titoli! Puoi iscriverti cliccando qui!


Ti è piaciuto questo post? Lascia il tuo indirizzo per ricevere i prossimi via mail!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *