Librandaio – Prima Domenica di Avvento

Prima domenica di Avvento 

Anche per chi non è cristiano, è bello ed importante dare l’esempio ai nostri bambini e praticare alcuni valori imprescindibili per ogni essere umano, piccolo o grande!

Valori quali…
La pazienza e il saper aspettare, desiderare e imparare a distinguere tra il “capriccio” e il bisogno.
La gioia che si sprigiona dall’attesa.
Il raccoglimento e la meditazione.
Il dare, il donarsi gratuitamente e non sempre ricevere.
La condivisione di momenti di famiglia, tra amici.
Il celebrare vecchie e nuove tradizioni.

In queste settimane di attesa che letteralmente mandano il cuore dei bambini (e di grandi che sanno ancora ascoltare il cuore) in fibrillazione e gioia allo stato puro, più che sugli oggetti materiali, concentriamoci sul tempo di condivisione!

Nel calendario dell’Avvento fate trovare delle proposte e delle “cose” da fare con i vostri bimbi:
una passeggiata al buio con le torce alla ricerca di luminarie e alberi di Natale,
un impasto al profumo di cannella per preparare biscotti di Natale da regalare agli amici,
una ghirlanda di abete da decorare insieme, un kit di cartoncini, brillantini e stickers per luccicosi biglietti di auguri handmade,
una serata in casa sul tappeto ad assaporare una cioccolata calda illuminati da candele e lanterne natalizie,
un film al cinema per tutta la famiglia,
una serata cinema sul divano avvolti dal calore di pigiami e calde coperte,
un kit di sale grosso, olio essenziale e colorante alimentare per confezionare degli originali di sali da bagno,
una scorpacciata di libri e albi illustrati che parlano di neve, di inverno, di popoli del Nord, di tradizioni che vengono da tutto il mondo…

Ne guadagnerete in termini economici, valorizzerete la relazione e la comunicazione con i vostri figli e con i membri della vostra famiglia, sarete padroni del vostro tempo, della vostra libertà, scoprirete nuove passioni e coltiverete quelle vecchie.
E assaporerete la gioia, quella vera!

Felice Avvento a tutti!

Noi abbiamo inaugurato il nostro Avvento con una nuova tradizione il “Librandaio“, da una – meravigliosa – idea della mia amica Meri.

Ogni domenica i miei bambini riceveranno un segnalibro con una frase sulla bellezza e sulla potenza della lettura ed un albo illustrato a tema natalizio, per arricchire la nostra già molto numerosa ed entusiasmante biblioteca natalizia ed invernale.

Oggi, prima domenica di Avvento, hanno ricevuto questo libro qui:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per la prima settimana di Avvento ho pensato ad un libro affascinante, non scontato, ideato da un Signor Scrittore che ha dedicato tempo, idee originali e mai banali per raccontare di sé, della sua famiglia, del mondo reale e di quello immaginario ai suoi quattro bambini.

Ogni anno, per 13 anni, papà Tolkien ha dedicato ai suoi figli una lettera firmata “Babbo Natale”!
Trovo questo un gesto pieno di amore, un regalo importante per i suoi bambini: donare magia, fantasia ed immaginazione e desiderio di leggere e leggere ancora!

Spero che questo libro…
che mi proietta direttamente al Polo Nord nella casa più immaginata da tutto il mondo,
che mi fa vivere quella magia in modo non scontato,
che alimenta la mia gioia ed il mio entusiasmo per l’Attesa,
che allena e tiene viva la mia fantasia e la mia curiosità
Piaccia tanto anche ai miei bambini!!!!

Ecco un estratto della accurata e interessante recensione di Scaffale Basso:
“Le Lettere di Babbo Natale di J.R.R. Tolkien non ho saputo interrompere la lettura prima di arrivare alla fine.

Tolkien, l’autore de Il signore degli anelli per intenderci, scrisse ai suoi figli, piccoli una o più lettere ogni anno, a firma di Babbo Natale, in risposta alle letterine che i piccoli lasciavano per lui in sala. Probabilmente pensate all’inizio come brevi biglietti, ideati per coltivare la magia nel periodo natalizio, queste lettere con il tempo divennero veri e propri capitoli di un racconto ampio e complesso sul mondo di Babbo Natale.

Tolkien era uno scrittore minuzioso e preciso, non sorprende dunque vedere la cura con cui scelse gli inchiostri, pensò ad uno stile di scrittura (traballante data l’età longeva del santo natalizio e infantile e stilizzata per l’amico Orso Bianco), progettò i francobolli e addirittura ideò la lingua del Polo Nord solo per poter scrivere queste lettere ai suoi figli.

La raccolta epistolare – i cui autografi sono riprodotti con cura nell’edizione Bompiani – sono un piccolo tesoro di meraviglia!”

Qui il suo post completo: per leggerlo clicca qui!

 

________________

 

La mia collaborazione con l’Associazione Custodi del Femminino continua: sono diventata una tra le moderatrice di due dei loro gruppi Facebook che tratta temi di educazione!

Se ti va puoi leggere i miei interventi alla Pagina Facebook che si chiama Educazione Liberata: Montessori, Steiner, didattica empatica e puoi mettere il like cliccando qui!

E se la pagina ti piace tanto, tanto, puoi anche iscriverti al Gruppo chiuso Facebook Educazione Liberata: Montessori, Steiner, didattica e crescita empatica, cliccando qui!

Nel Gruppo chiuso Facebook Leggimi Ancora! si parla invece di libri: albi illustrati e libri per l’infanzia, ma anche libri per gli adulti appassionati di pedagogia. Ci si scambia informazioni, opinioni, recensioni e titoli! Puoi iscriverti cliccando qui!


Ti è piaciuto questo post? Lascia il tuo indirizzo per ricevere i prossimi via mail!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *