E’ giugno: finisce la scuola, ma non si smette di imparare!

È arrivato giugno, è un mese che adoro! Inizia l’estate, il caldo, il giro in bici dopo cena, le zucchine dell’orto, lo stick alla fragola, i papaveri e i fiordalisi nel grano, le vacanze al mare, si festeggia il mio compleanno e… finisce la scuola!

Già, con questo mese non solo finisce la scuola, ma terminano anche molti corsi, laboratori, attività sportive ed è tempo di recite, spettacoli e saggi. Quante emozioni e quante sfide tutte insieme!!

Se è vero che tutti questi percorsi volgono al termine, non bisogna dimenticare che d’estate non si finisce di imparare!!! I bambini e le bambine, i ragazzi e le ragazze, gli uomini e le donne non smettono mai di imparare, nemmeno d’estate! 

Siamo esseri umani, curiosi per natura e ci piace porci domande, trovare le risposte, imparare, evolvere. Lo facciamo da sempre e, se ci viene concesso, facciamo tutto questo spontaneamente!

Oggi il mio pensiero va tutte quelle persone che si prendono cura dei bambini e delle bambine: mamme, papà, nonni, tate, maestri, maestre, professori, insegnanti, allenatori… A tutti gli educatori in senso più ampio del termine, i quali tutte le mattine si svegliano con il sorriso stampato sulle labbra pensando ai loro bambini. Gli educatori si avvicinano in punta di piedi ai bambini che incontrano sul loro cammino, con amore, accoglienza ed empatia, con pazienza e gentilezza, con gioia, con un sorriso sincero ed incoraggiante stampato in faccia come per dire “Hei, sono qui per te!” ed instaurano con loro una relazione basata sul rispetto, sull’amore, sulla fiducia.

I bimbi arrivano con tutto il loro bagaglio di ricchezza, di esperienze, di abitudini familiari, di caratteristiche personali ed è grazie al dialogo e all’ascolto che questa relazione viene alimentata e cresce fino a trasformarsi in fiducia ed alleanza come in un triangolo: bambini, famiglia, educatori!

Ed è così che gli educatori affiancano queste meravigliose ed uniche creature e le aiutano a tirar fuori ciò che di irripetibile e perfetto così com’è, hanno già come potenziale dentro di loro, permettendo di brillare per ciò che sono!

Ce la fanno? Gli educatori ce la fanno assolutamente, se c’è l’amore, la professionalità, la prudenza, la perseveranza, la pazienza, la passione e la grinta!

È faticoso? Certo!

Ci riescono sempre? No! Bisogna mettere in conto che gli educatori non possono tenere sotto controllo tutte le variabili, che talvolta gli educatori si arrabbiano, si sentono frustrati, nel caos, sono stanchi, svuotati, impauriti ed è un bene tutto ciò per i bambini, perché si rendono conto che anche i loro modelli sono imperfetti e talvolta sbagliano, proprio come i bimbi!

La cosa bella che gli educatori riescono a fare è quella di continuare ogni giorno ad amare i bambini e le bambine, infondere loro coraggio, riescono comunque a fidarsi di loro e delle loro capacità, si prendono tanto tempo per osservare i bambini e le bambine sospendendo il giudizio e riescono ogni giorno a cogliere quel tipico luccichio di curiosità che brilla negli occhi di ogni bambino e ogni bambina!

Ecco sì, credo proprio che gli educatori tengano bene a mente quest’ultima cosa che dà loro la forza ed alimenta costantemente il loro entusiasmo!

Oggi il mio pensiero va a tanti Maestri e Mastre che ho incontrato lungo il mio cammino di quest’ultimo periodo e a loro va un enorme grazie, grazie perchè ognuno di loro ha arricchito il mio personale punto di vista, mi ha fatta sorridere, emozionare, tentennare, riflettere, mi ha permesso di evolvere un pochino in una nuova me!

Grazie a Giorgia, a Paolo, ad Elena, a Federico, ad Annalisa, a Chiara, a Paola, ad Anna, a Sandra, ad Azzurra, a Manuel… molti di questi educatori non raggiungono il metro e mezzo di altezza!

 

"Vale la pena 

che un bambino impari piangendo 

ciò che può imparare ridendo?"

Gianni Rodari

Ti è piaciuto questo post? Lascia il tuo indirizzo per ricevere i prossimi via mail!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *