E’ giugno: finisce la scuola, ma non si smette di imparare!

È arrivato giugno, è un mese che adoro! Inizia l’estate, il caldo, il giro in bici dopo cena, le zucchine dell’orto, lo stick alla fragola, i papaveri e i fiordalisi nel grano, le vacanze al mare, si festeggia il mio compleanno e… finisce la scuola!

Già, con questo mese non solo finisce la scuola, ma terminano anche molti corsi, laboratori, attività sportive ed è tempo di recite, spettacoli e saggi. Quante emozioni e quante sfide tutte insieme!!

Se è vero che tutti questi percorsi volgono al termine, non bisogna dimenticare che d’estate non si finisce di imparare!!! I bambini e le bambine, i ragazzi e le ragazze, gli uomini e le donne non smettono mai di imparare, nemmeno d’estate! 

Siamo esseri umani, curiosi per natura e ci piace porci domande, trovare le risposte, imparare, evolvere. Lo facciamo da sempre e, se ci viene concesso, facciamo tutto questo spontaneamente!

Continua la lettura →

Parlare della guerra ai bambini? Si può!!

Qualche settimana fa abbiamo viaggiato con la nostra roulotte in giro per la Francia ed una delle nostre tappe è stata la Normandia. Terra meravigliosa, bagnata dal maestoso e freddo Oceano Atlantico, la Normandia per me è stata: dolci colline dipinte di verde di varie tonalità, campi di colza gialli color del sole, mucche e pecore al pascolo sotto raffiche di pioggia e grandine di pochi minuti che si alternano al sole brillante, vento pungente e piccole casette ai bordi della strada, tanto perfette che sembrano uscite da un libro di fiabe!

Continua la lettura →

La Luna di Carta mi intervista!

Continua la lettura →

Il circolo virtuoso della fiducia

Da qualche giorno ho un’immagine fissa nella mia mente che ricordo con grande emozione e tenerezza. Il ricordo risale a 10 anni fa, quando ero alle prese con la mia prima esperienza di insegnante unica sulla classe.
Se chiudo gli occhi rivedo una splendida bambina con intensi occhi color nocciola, vivaci e curiosi e lunghissimi capelli castani. Allegra, intelligente e simpatica, un vero peperino del quale è impossibile non incantarsi a prima vista!
La vedo muoversi allegramente, discorre con i compagni gesticolando e di tanto in tanto pone le sue mani sui fianchi.
Hei.. ma cavolo, quando fa così sembra me!
Dopo i primi giorni di scuola, infatti, quella bimbetta aveva interiorizzato alcuni miei atteggiamenti e li metteva in atto!

Da quel momento in poi, mi sono resa conto del potere che come insegnanti abbiamo, di come il nostro modo di essere possa influenzare i nostri allievi, in positivo, ma anche negativamente! E’ bene saperlo e riconoscerlo!

Continua la lettura →

5 Consigli smart +1 per imparare divertendosi! Letto-scrittura I parte

Come mamma cerco il più possibile di tenere a bada il mio entusiasmo e la voglia di fare-fare-fare (tipica degli adulti), di osservare i miei bambini e di rispettare i loro tempi di apprendimento ed i loro interessi, proponendo delle attività, dei giochi o altro inerenti alla curiosità o alla passione del momento. Se vuoi approfondire, leggi qui!

Per entrare in quest’ottica, però, ho dovuto abbandonare vecchi schemi mentali che mi portavo dietro come ex-scolara e come maestra abituata a “seguire un programma”. Per comprendere che imparare è un processo innato, esperienziale, sorprendente e divertente in primis per me è stato illuminante vivere l’esperienza di mamma dei miei bambini. Naturalmente è stato anche importante lavorare su di me (come bambina-scolara, adulta, maestra, mamma), leggere molto, studiare, seguire dei corsi, ascoltare esperienze di altre famiglie che hanno scelto l’homeschooling dal vivo o in rete, ad esempio su Edupar.

Consiglio due libri che ho letto negli ultimi anni, che hanno veramente segnato una svolta nella mia visione dell’educazione e che mi hanno particolarmente aperto la mente: Non sono mai andato a scuola. Storia di un’infanzia felice di Andrè Stern e “La pedagogia della lumaca. Per una scuola lenta e nonviolenta” di Gianfranco Zavalloni. 

Consiglio anche di seguire Sybille Kramer sui social e sul suo blog, lei ha scelto l’educazione parentale per i suoi figli ormai giovani adulti ed è fonte inesauribile di consigli, di percorsi didattici divertenti ed accattivanti, di idee semplici e geniali! La ringrazio per tutto ciò!

Continua la lettura →

Genitori homeschoolers: tiriamo un sospiro di sollievo e.. godiamoci lo spettacolo!

Quando insieme ai nostri figli abbiamo scelto di intraprendere il percorso di educazione parentale abbiamo parlato e parlato e pensato ancora di più. Con mio marito ci siamo posti molte domande, che abbiamo scoperto poi essere le stesse che tanti altri genitori si sono posti  prima di noi…

Capita un po’ a tutte le famiglie di essere turbate da alcuni dubbi: “Avrò proposto attività sufficientemente stimolanti rispetto a quell’argomento? Abbiamo intrapreso esperienze arricchenti in questo ultimo periodo?, Avrò preparato materiale adeguato che stimoli la curiosità di mio figlio?”, Insomma.. “Avrò fatto abbastanza?”….

Continua la lettura →

Imparare è bello e divertente!

Io credo che per imparare siano necessari:

  • curiosità e interesse verso qualcosa
  • desiderio di padroneggiare quella conoscenza
  • entusiasmo
  • utilità: imparo qualcosa se mi serve

Chi si occupa di trasmettere un qualsiasi concetto veste il ruolo di facilitatore ed ha il compito di creare un contesto relazionale rispettoso e fiducioso, caldo e colorato, sereno, accogliente e gioioso. Ha anche il compito di evitare di generare ansia, stress, angoscia, paura o frustrazioni inutili. Per approfondire, leggi qui.

Continua la lettura →

Giorno di neve + sali da bagno

Questa settimana, per la rubrica Dolce Dicembre nella quale ho deciso di parlare di due cose:

  • Libri natalizi belli, belli che leggiamo in famiglia
  • Attività per lo più manuali che realizzeremo in queste settimane,

scelgo Giorno di neve dell’autore-illustratore giapponese Komako Sakaï, edito in Italia da Babalibri.

Continua la lettura →