Parlare della guerra ai bambini? Si può!!

Qualche settimana fa abbiamo viaggiato con la nostra roulotte in giro per la Francia ed una delle nostre tappe è stata la Normandia. Terra meravigliosa, bagnata dal maestoso e freddo Oceano Atlantico, la Normandia per me è stata: dolci colline dipinte di verde di varie tonalità, campi di colza gialli color del sole, mucche e pecore al pascolo sotto raffiche di pioggia e grandine di pochi minuti che si alternano al sole brillante, vento pungente e piccole casette ai bordi della strada, tanto perfette che sembrano uscite da un libro di fiabe!

Continua la lettura →

Sondaggio per corso

“Una educazione consapevole si può attuare?”
 
Qualche settimana fa, in questo post qui, ho raccontato che in collaborazione con l’associazione Custodi del Femminino partirà un percorso online dal mese di settembre 2019. 
 
Il corso sarà rivolto a tutti coloro che si prendono cura dei bambini: genitori, famiglie che hanno scelto l’educazione parentale, nonni, tate, educatori, maestri, allenatori.
Ho cercato un modo semplice ed efficace per chiedere il tuo parere con il sondaggio qui sotto!!
Bastano pochi minuti, rispondendo alle domande, mi aiuterai a realizzare e un buon per-corso volto a soddisfare le tue esigenze, a chiarire i tuoi dubbi e le tue perplessità, portare conforto per le tue difficoltà ed arricchimento al tuo modus operandi, proporre spunti utili ed efficaci in un’ottica di cammino condiviso, necessario per garantire benessere e felicità ai nostri bambini.

Fammi sapere cosa ne pensi cliccando sul pulsante qui sotto!

⇓⇓⇓⇓⇓⇓

Fammi sapere cosa ne pensi

Una educazione consapevole si può attuare?

“Una educazione consapevole si può attuare?”
 
In collaborazione con l’associazione Custodi del Femminino partirà un percorso online dal mese di settembre 2019.
 
Il corso sarà rivolto a tutti coloro che si prendono cura dei bambini: genitori, famiglie che hanno scelto l’educazione parentale, nonni, tate, educatori, maestri, allenatori.

Continua la lettura →

Workshop della Musica

Che emozione!!! Un altro workshop all’aria aperta  si avvicina!!!

Domenica 14 Aprile 2019 alle ore 10.30 al Bosco di Stupinigi di Candiolo.

Considerando i suggerimenti delle Indicazioni Nazionali per il Curriculum, credo sia necessario integrare alla didattica tradizionale nuove e valide pratiche pedagogiche: 

  • l’educazione in natura (se vuoi puoi approfondire leggendo questo meraviglioso progetto)
  • l’attenzione all’educazione emozionale
  • la centralità del gioco, come principale veicolo comunicativo e didattico.

Ecco il perchè di questi importanti ed arricchenti workshop nel bosco!!!

Continua la lettura →

Uova di animali… nel freezer!

In pubblicità abbiamo visto un gioco: delle uova di dinosauro che dopo qualche giorno si schiudono!
L’idea ci è piaciuta un sacco e abbiamo cercato le bustine magiche in edicola, ma non c’erano! 
Così dopo un po’ di delusione, ho trovato un’idea sostituiva, più economica ed handmade, grazie a @play_with_aj , che seguo su Instagram. Di solito, infatti, per post di questo tipo, dove racconto le attività che svolgiamo in casa o in natura, uso il mio profilo di Instagram che trovi qui, ma questa volta mentre scrivevo, mi sono resa conto che il post stava diventando troppo lungo, allora ho deciso di pubblicarlo qui, sul blog!


Continua la lettura →

La Luna di Carta mi intervista!

Continua la lettura →

Auguri Papà! – Workshop di Domenica 24 Marzo 2019

Oggi è la festa del Papà e secondo me è proprio bello celebrare e ricordare i momenti importanti e le persone alle quali vogliamo bene!

In occasione di questa festa speciale ho pensato di organizzare un workshop all’aria aperta dedicato proprio al papà e ne sono tanto felice e molto emozionata!!!! 

Domenica 24 Marzo 2019 alle ore 10.30 al Bosco di Stupinigi di Candiolo.

Se vuoi conoscere tutte le informazioni importanti e sapere come fare per partecipare al workshop, ti consiglio di leggere questo post qui!

***

Il papà è proprio una persona speciale!

Fin da quando prende forma la vita del suo bambino il papà deve fare un grande gesto di amore e fiducia! Perché a differenza della mamma, il papà non può sentire e godere dei piccoli, miracolosi e costanti cambiamenti che avvengono in lui, ma solamente immaginarli grazie ai racconti pieni di amore della mamma.

Quando il piccolo affronta il viaggio della nascita il papà ha un compito tanto speciale quando delicato, quello di affiancare con tenerezza e pazienza, sostenere ed incoraggiare la mamma, osservare e contenere con amore!

Durante i primi mesi e i primi anni di vita del suo bambino il papà deve ancora stare lì come una sentinella vigile e presente, ma discreta e amorevole.
Il papà deve sostenere la sua compagna, confortarla e difenderla. Capire quando è il momento giusto per interagire con il suo cucciolo e quando, invece, lui e la sua mamma hanno bisogno di intimità e tranquillità per fortificare ed accrescere quel loro legame necessario, unico e meraviglioso!

Crescendo il bambino sentirà sempre più il desiderio di vivere il proprio papà e creare il loro legame speciale.

***


Io adoro trascorrere del tempo con il mio papà, quando sono in sua compagnia mi sento accolta e capita, mi piace stare in silenzio con lui, spesso non serve dirci niente!
Devo a lui la mia passione per la natura, il bisogno di trascorrere del tempo all’aria aperta e l’amore che provo verso gli animali.
Quando mio fratello ed io eravamo bambini mio papà trasformava le nostre passeggiate nei boschi in avventure entusiasmanti e un po’ spericolate: appostamenti per scovare qualche capriolo, ricerche di tane, di uova o di pulcini di quaglia… Ci divertivamo, eravamo emozionati ed eccitati ed imparavamo a rispettare la natura ed i suoi tempi e ad attendere, così siamo diventati attenti e pazienti osservatori!

Oggi, da adulta, quando osservo la natura è come se la osservassi con gli occhi del mio papà, perché è stato lui con il suo esempio negli anni della mia infanzia a mostrarmi il cielo per imparare a riconoscere il volo dei rapaci, a scrutare l’orizzonte per scovare un airone in mezzo ad un prato, ad osservare gli alberi in prossimità di un bosco e scorgere un falchetto, ad osservare e distinguere il maschio dei germani reali, a riconoscere le impronte dei cervi, a cercare le tane delle volpi, a scovare un cormorano pescare sul pelo dell’acqua.
Con pazienza, costanza, emozione ed euforia.


Io so che dentro di me c’è una parte di lui che pulsa e mi rende ancora bambina capace di meravigliarsi di fronte alla natura!
E di questo ne vado molto fiera!

Auguri al mio papà!

Auguri a tutti i papà!